Login Form

ATTENZIONE, NEGLIGENZA, OCCASIONE

  • Categoria: Racconti
  • Pubblicato: Mercoled√¨, 13 Settembre 2023 00:00
  • Scritto da Maria Grazia Sereni

Ritratti di parole

La gatta Occasione non perdeva occasione per fare la posta all’uccellina Attenzione che, da parte sua, era molto attenta a non farsi prendere.

Occasione era veloce e furba e, anche se Attenzione aveva le ali, la micia era andata più volte vicina al successo nella sua caccia.

Poi, un giorno, Attenzione incontrò Negligenza che la convinse: “Occasione non ce la farà mai a prenderti, tu hai le ali e con quelle puoi volare lontano da ogni pericolo che venga da terra. Devi piuttosto fare attenzione ai predatori del cielo!”

Attenzione, convinta dalle parole di Negligenza, ridusse la sua attenzione tanto che un pomeriggio si trovò, non seppe mai come, tra le fauci di Occasione.

Piangeva la nostra uccellina, con quanto fiato aveva in gola, il suo povero cuore batteva a mille e le sue alucce sbattevano freneticamente nel tentativo di liberarsi.

“Ti prego Occasione, lasciami andare.”

“E perché mai dovrei farlo, sentiamo!”

“Sii generosa e non te ne pentirai. Fingiamo che questo sia un gioco. Stavolta hai vinto tu. E, se mi lascerai andare, potremo giocare ancora eh, che ne dici?”

Ci pensò un poco, Occasione. Pensò a casa sua, dove poteva mangiare a sazietà; pensò che non aveva nessuna voglia di cibarsi di Attenzione; pensò a tutte le penne che le si sarebbero impiastricciate in bocca; pensò pure che tanti altri uccellini frequentavano il suo giardino, ma lei era affezionata ad Attenzione. Perciò: “Va bene, ti lascerò andare, ma mi devi promettere che giocherai ancora con me tutte le volte che ne avrò voglia. D’accordo?”

“Sì, sì,” acconsentì Attenzione, “ti prometto anche che, a volte, quando starò con Negligenza, mi potrai ancora prendere, se però ti impegni a lasciarmi andare sempre.”

“Bene,” concluse Occasione aprendo le fauci, “ormai siamo amiche. Non avrei mai pensato di avere un’occasione del genere.”