Login Form

ZINCO

  • Categoria: Veganesimo
  • Pubblicato: Mercoled√¨, 24 Luglio 2019 00:00
  • Scritto da Maria Grazia Sereni

zinco

Rispetto a controlli non-vegetariani, gli studi dimostrano che i vegetariani adulti hanno assunzioni alimentari di zinco simili o leggermente inferiori, e che presentano livelli ematici di zinco più bassi rispetto ai non-vegetariani, ma comunque all'interno dei range di normalità [7, 25]. Non sembrano esserci conseguenze negative per la salute dei vegetariani adulti che possano essere attribuite a un ridotto stato dello zinco, probabilmente a causa di meccanismi omeostatici che permettono agli adulti di adattarsi a una dieta vegetariana. Non c'è evidenza di una manifesta carenza di zinco nei vegetariani occidentali. Per quanto riguarda le fasce più a rischio (anziani, bambini e donne in gravidanza e in allattamento), non vi sono prove sufficienti per stabilire se i livelli di zinco in queste fasce siano più basse nei vegetariani rispetto ai non-vegetariani [25]. Fonti di zinco per i vegetariani comprendono prodotti derivati dalla soia, legumi, cereali, semi oleaginosi e frutta secca. Alcune tecniche di preparazione del cibo, come ammollo e la germogliazione dei cereali, della frutta secca e dei semi oleaginosi, così come la lievitazione acida del pane possono ridurre il legame tra acido fitico e zinco, aumentandone così la biodisponibilità [26].

Acidi organici, come l'acido citrico, possono migliorare in una certa misura l'assorbimento dello zinco [26].

Fonte: Position of the Academy of Nutrition and Dietetics: Vegetarian Diets. J Acad Nutr Diet. 2016 Dec;116(12):1970-1980